Seleziona una pagina

Che cosa fa un agente di immigrazione

Le persone che hanno in mente di trasferirsi in Australia e hanno bisogno di ottenere un visto sono tenute a rivolgersi a un professionista chiamato agente di immigrazione, il cui compito è quello di fornire informazioni e consigli in relazione ai visti. Il cosiddetto migration agent può vantare uno specifico titolo di studio conseguito per l'esercizio della professione, il che vuol dire che è formato in maniera specifica e qualificato per offrire un servizio ottimale: esso consiste in una consulenza individuale, che naturalmente viene erogata dietro pagamento di un compenso, con suggerimenti personalizzati. Gli agenti possono inoltrare la richiesta di un visto per conto delle persone che rappresentano, ma per agire in maniera legale e ufficiale devono risultare iscritti presso l'Office of the Migration Agents Registration Authority.

La mansione di un agente di immigrazione è quella di analizzare il caso di chi si rivolge a lui – si può trattare di una persona singola ma anche di più individui, quando per esempio a doversi trasferire è una famiglia intera – in modo tale da fornirle spiegazioni e suggerimenti a proposito del percorso più idoneo che deve essere seguito in vista dell'ottenimento di un visto. Il corso che riunisce gli aspiranti agenti non è molto selettivo, nel senso che per prendervi parte è sufficiente essere in possesso di una laurea: una laurea qualunque, il che vuol dire che non conta il campo in cui si è studiato. Solo coloro che sono laureati in legge e che sono avvocati praticanti hanno la facoltà di saltare il corso e possono diventare agenti di immigrazione subito.

Come si può intuire, dunque, il rischio di trovarsi di fronte a un immigration agent poco qualificato è abbastanza elevato: se è vero che il corso ha una durata di sei mesi, è altrettanto vero che ciò non basta a garantire la competenza di chi ottiene l'abilitazione a esercitare. Che cosa si può fare, dunque, per evitare di imbattersi in agenti poco professionali? Il consiglio è quello di affidarsi al passaparola ogni volta che se ne ha la possibilità, ma è pur vero che non tutti conosciamo persone che si sono già trasferite in Australia. Ecco perché Internet deve diventare una preziosa risorsa.

Bisogna sempre tener presente il fatto che non è detto che l'assistenza di un agente garantisca sempre il conseguimento di un visto in modo automatico: insomma, è bene scegliere con cautela il professionista a cui ci si affida. Per avere la certezza di contattare agenti abilitati si può visitare il sito del Mara, che contiene i nominativi di tutti coloro che sono idonei a esercitare dopo aver frequentato il corso apposito. Il codice di condotta che regola la loro attività impone prezzi corretti e adeguati, che dipendono soprattutto dalla tipologia di visto di cui il cliente ha bisogno.

L'agente di immigrazione può anche richiedere la traduzione asseverata di alcuni documenti italiani. Come ci spiega un'esperta di traduzioni a Udine, Giuliana Bonificacio, per il trasferimento in Australia sono necessarie le traduzioni certificate del casellario giudiziali e carichi pendenti.