Guerra in Libia: ecco perché Gheddafi è diventato un nemico da combattere

Le cause della guerra libica sono, come al solito, legati agli interessi economici. Per capire cosa c’è alla base partiamo dal 1992 quando furono ben 45 le nazioni africane che decisero di avere un loro satellite che avrebbe offerto servizi internet, telefonici e tutto il resto. Il problema era come trovare i soldi per finanziare il progetto. Provarono a chiedere al FMI (fondo monetario internazionale) di finanziarlo, ma il FMI sapeva che questo progetto sarebbe andato contro l’interesse dei paesi nord americani ed europei, in quanto le loro multinazionali guadagnavano circa 500 milioni di dollari l’anno dalla gestione delle telecomunicazioni africane.
Nel 2007 Gheddafi si rende disponibile a finanziare la maggior parte del costo (mettendo a disposizione 300 milioni di dollari) necessario a rendere possibile questo progetto, quindi grazie a lui l’Africa avrà la sua prima comunicazione satellitare che darà la possibilità a Sud Africa, Nigeria, Algeria, Libia, Angola ed altri paesi di avere il loro satellite per le telecomunicazioni e potranno fornire direttamente i servizi di telecomunicazione alla loro gente. Il costo del satellite è di 400 milioni di dollari.

Per crearsi la propria indipendenza monetaria i paesi africani stavano studiando di realizzare il FMA (fondo monetario africano). Il FMA avrà la sua sede centrale a Yaoundè (la capitale del Camerun) ed è stato fondato nel 2011 (quest’anno). Con il FMA i paesi africani non avranno più bisogno del FMI e quindi le banche che attualmente regolamentano il mercato (portandolo all’orlo del collasso per schiavizzare sempre di più i cittadini) perderebbero moltissime entrate se il FMA vedrà la luce.
Quando i banchieri nord americani ed europei l’hanno scoperto hanno provato ad entrarci sia con le buone che con le cattive, ma già nel 2006 (fortunatamente) i paesi africani decisero che nessun paese non africano avrebbe fatto parte del FMA. In pratica non solo gli toglierebbero il monopolio (e dunque clienti) ma gli hanno pure impedito di entrare a farne parte e quindi non avranno voce sulle decisioni che verranno prese.

Sempre per continuare sulla strada dell’indipendenza economica i paesi africani stanno optando per creare la BCA (banca centrale africana). La BCA avrà la sua sede ad Abuia (la capitale della Nigeria). La funzione di questa banca sarà quella di liberare i paesi africani dall’uso della moneta dei paesi nord americani ed europei. Ad esempio, oggi, in diversi paesi africani come il Camerun, la Costa d’Avorio, il Gabon, ed altri paesi di lingua francese di usa ancora il franco CFA. Con questa banca avrebbero la loro moneta, come il naria in Nigeria. Anche in questo caso è Gheddafi a finanziare la maggior parte del denaro necessario a questo progetto.

A Tipoli (capitale della Libia) sarebbe dovuta venir costruita la banca centrale degli investimenti, mentre adesso (grazie alle bombe) a Bengasi, è stata creata la CBL (central bank of Libya). Non che prima non esistesse, ma quella era controllata da Gheddafi. Quest’ultima, invece, è finanziata dall’istituto britannico HSBC e viene chiamata Banca Centrale dei Ribelli.

In fine Gheddafi stava spingendo i paesi africani ad unirsi creando gli Stati Uniti d’Africa riunendo la gente africana sotto un’unica bandiera.

E’ chiaro che Gheddafi stava cercando di liberare l’Africa da questa trappola monetario-colonialista. Quello che sta succedendo è che il popolo africano vuole essere indipendente ed i banchieri (nord americani ed europei) vogliono impedirlo.

I soldi che gli USA hanno rubato a Gheddafi sono proprio quelli che avrebbero finanziato tutti questi progetti disinformando la gente sulla loro destinazione.

 

Ecco quindi i tre motivi reali per cui stanno facendo la guerra a Gheddafi:

1. Gheddafi ha dato all’Africa l’opportunità di avere un proprio satellite per le telecomunicazioni.

2. Gheddafi ed altri leader africani hanno deciso di creare 3 importantissime banche in Africa:
-FMA (Fondo monetario africano)
-banca centrale africana
-banca centrale degli investimenti

3. Gheddafi stava spingendo i paesi africani ad unirsi creando gli Stati Uniti d’Africa riunendo la gente africana sotto un’unica bandiera.

 

“L’economia di un paese che si basa sulla schiavitù dei neri è destinata a scendere nell’inferno il giorno che quei paesi si risveglieranno” Adam Smith (1865)

Questa voce è stata pubblicata in Economia e Finanza, Politica e contrassegnata con , , . Contrassegna il permalink.

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *


*

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>